Silvia Accorrà

IT EN

Scritti

Poesia erotica
Atì Editore, ItaliaLibri, 2006


Acqua e sale ed è così denso
che forma un filo
come di bava
come colatura d'oro
come magma
lei la domatrice
tiene la coda della belva
regge il vortice del ruggito
in bilico, in solitudine
come un'asceta selvaggia
schianta l'impossibilità
In gola sulle mani traccia la meta
E ustiona
Scivola
Disseta.

Contatto